Compagnia Traparentesi

Progetto BORDER HEADS danza
Ideazione ed esecuzione: Martina Tavano e Erica Mattioni
Scene e luci: Alex Nazzi
Musiche: Meredith Monk con arrangiamento di Gianni Rojatti (Meredith Monk, Our Lady of Late, Low Ring /The Big Lebowski, Walking Song, Pantera Fucking Hostile).

Un uomo e una donna separati da un confine naturale, un fiume. Stranieri l’uno all’altra, parlano e si muovono con ritmi e tempi che hanno sapori diversi. Da quel confine si osservano curiosi e prendono le misure dello spazio che li separa, un limite che li protegge all’interno di un’area che conoscono, una linea morbida che li tenta, che a tratti vorrebbero superare per toccare quella presenza che sembra essere così simile. Cresce il bisogno di un dialogo, la necessità di raccontarsi, ma parlano lingue differenti. Il loro unico tramite è il corpo che mosso si fa significante e trova risonanze comuni, contrappunti e gesti che si fanno comunicazione. Ma ecco che sopraggiunge la paura, “battono in ritirata” in territori che conoscono, il fiume si gonfia, li allontana e loro non sono ancora riusciti a dire i loro nomi.
Due personaggi con grandi e goffe teste sono gli archetipi attraverso i quali vogliamo riflette sull’idea di limite inteso in diverse prospettive: termine, linea terminale divisoria, fine, estremità, barriera, frontiera, bordo e più in generale tutti quei parametri che hanno la funzione di determinare sia spazi fisici che caratteristiche personali. Quali sono le unità di misura che ci definiscono e ci muovono? Cosa accade se osserviamo il limite di queste molteplici funzioni nella doppia natura che sempre hanno: positivo/negativo?

TRAPARENTESI è un gruppo di ricerca e sperimentazione performativa composto da Giulia Marcelli, Erica Mattioni e Francesca Zolli. Nato nel 2011 il gruppo ibrida il linguaggio teatrale sviluppando la propria ricerca in due direzioni: da un lato approfondisce il linguaggio del corpo e tutte le sue implicazioni come elemento scenico, dall’altro collabora con altre forme artistiche di rappresentazione come la fotografia, il video e la danza per ricercare un nuovo uso dello spazio e del tempo.
Border Heads è nato dall’incontro e dalla collaborazione tra Erica Mattioni (performer) e Martina Tavano (danzatrice e coreografa) con l’intento di studiare e mettere in relazione danza e struttura drammaturgica teatrale, cercando cercando così di dare “parola” dal gesto e al movimento.

Link al teaser di presentazione
traparentesi.info@gmail.com
sito web
Facebook

Categorie:Verdecoprente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...